Posts Tagged 'narrativa'

21 ottobre, Torino: tre autrici e tre gialli in libreria

Giovedì 21 ottobre, alle 18.00, presso la Libreria degli Editori in via San Tommaso, 18 angolo via Bertola – Torino

Presentazione di “Delitti e provette” di Gianfranca Fra, “Quattro passi con la morte” di Alessandra Magnapane e “Anime fuse” di Rossana Repetto

Tre donne, tre modi diversi di raccontare il giallo tra brividi, colpi di scena e ironia

“Delitti e provette”: sotto il bianco sterile dei camici di un laboratorio di analisi appaiono tinte forti: quelle dei sentimenti che muovono il microcosmo di ogni piccola o grande comunità lavorativa. Tra corridoi e uffici, spogliatoi e macchinette del caffè, la morte fa il suo ingresso quale invitato a sorpresa.

“Quattro passi con la morte”: in una Torino fredda, piovosa e malinconica quattro donne vengono uccise seguendo un rituale di cupa violenza. Niente sembra collegare i delitti, ma sarà l’ostinazione del commissario Ragusa ad intuire il delirante disegno che guida la mano dell’assassino.

“Anime fuse”: se si può essere abbastanza temerarie da aprire un’agenzia matrimoniale, lo si può essere ugualmente da lanciarsi in una spericolata attività investigativa? Sembra proprio di sì, almeno a giudicare dalle imprese delle dinamiche titolari nella neonata agenzia per cuori solitari Anime Fuse.

www.neosedizioni.it

Annunci

Il labirinto di Dio, di Paolo Montaldo – Incipit

Mancano pochi giorni alla pubblicazione del romanzo di Paolo Montaldo, IL LABIRINTO DI DIO: la ricerca di un tesoro tra passato e presente, un gruppo di “eroi per caso” che viaggia in lungo e in largo per l’Europa, un buon numero di cattivi che mette loro i bastoni tra le ruote.

Gli ingredienti per incuriosire e coinvolgere i lettori in questa avventura ci sono tutti, e perfettamente amalgamati.

Non ci resta che svelarvi le prime righe di un incipit che non è propriamente tale, tanto per aumentare ulteriormente la dose di mistero…

—————-

Città del Vaticano, 31 luglio 2001

Il panno sporco del tempo. Ecco cosa gli piaceva del mondo. Tutto il resto lo lasciava indifferente. A padre Jean Leon piaceva sollevare il panno sporco del tempo liberando i misteri dalle cose antiche che trovava.
Uno sguardo leggero, chiaro come il cielo di Avignone dove era nato, girava intorno, fra le colonne del Bernini in cerca della porta giusta. Ogni volta era più complesso varcare le soglie del Vaticano. File di persone passavano davanti al servizio d’ordine e nessuno era esentato dai controlli. Fatto salvo di sapere dove entrare senza problemi. Si accarezzò l’inquieta barba corta, rosso scuro, e riprese il passo svelto di sempre. Svoltò in un vicolo laterale e suonò tre volte a un citofono senza nome. Un gracchìo senza voce si sentì un attimo dopo.
«Visita accolta per padre Anselmo – disse la voce calda di padre Jean Leon. Uno scatto liberò la porta anonima. Padre Jean Leon spinse con vigore il peso del tempo ed entrò cauto in un buio andito che sapeva di chiuso e fresco antico. Lo accolse una figura celata da abiti monacali che gli aprì una porta scura su di un corridoio bianco e accaldato.
«La terza porta a destra» disse da sotto l’abito scuro una fresca voce femminile. Padre Jean Leon si voltò in tempo per cogliere due occhi celesti e un viso leggero, contornati dall’abito delle Clarisse. La figura sparì nel buio dell’ingresso, mentre lui si avviava alla terza porta. La aprì cauto. Lo accolse una piccola saletta bianca, illuminata da una finestra impolverata. La porta si riaprì quasi subito per lasciare passare l’entusiasmo italiano. Un uomo corto, robusto, con un collo da toro, due morse al posto delle mani grandi, piedi fatti per passi svelti, occhi scuri e penetranti, un sorriso largo come una catena di monti. Prese con vigore la mano dell’amico, mentre gli occhi si scambiavano regali di benvenuto.
«Mi hai chiamato: eccomi» disse padre Jean Leon.
«Mi fa felice vederti. Vieni».
Erano parole sussurrate. Passarono in un locale attiguo, ingombro di tempo antico stipato sopra un tavolone, e dove una scrivania consumata dalle notti di lavoro, attorniata da due sedioline legnose, li accoglieva.
Padre Anselmo alzò un ricevitore vecchio e gracchioso, pigiò un bottone e chiese due caffè. Italiani. Arrivarono in poco tempo, mentre i due religiosi portavano alle labbra i ricordi degli studi passati insieme.
Bevvero in silenzio il gusto tostato dei chicchi.
Padre Jean Leon ruppe il silenzio.
«Dimmi».
«Quello che sto per dirti, non posso dirtelo e perciò non l’ho mai detto».
«Breve e preciso».
«In questa sezione dei Musei Vaticani, facciamo un lavoro che non esiste. Anzi non esistiamo neppure noi».
Il filo di lana della memoria prese fuoco nella testa di padre Jean Leon.

[…]

Colorate e melodiche presentazioni d’autunno

Venerdì 22 ottobre, ore 20,00 presso la sede ALFATRE GRUPPO TEATRO –  piazza Cav. ss. Annunziata, 7 – Collegno – To, letture tratte dal libro “Ascoltando Coltrane” di Patrizia Valpiani, intercalate dalla musica dal vivo del quartetto Jazz in Trane.

 

 

 

 

 

—–

Domenica 24 ottobre, ore 10.00 durante la manifestazione Festa del Libro – Orbassano – Palatenda “E. Macario” – via Torino ang. via Gozzano – presentazione del libro di Gianni Bosco “La settima caverna”.

 

 

 

 

 

—–

Giovedì 28 ottobre, ore 18,30 presso la chiesa della Madonna della Divina Provvidenza, via Asinari di Bernezzo, 40 – Torino, presentazione del libro di Miranda Fontana “Fra le chiese di Torino – Quattro itinerari nella città della Sindone”.

Donatella De Marco: un passo dopo l’altro…

Diamo il benvenuto a Donatella De Marco, una nuova autrice Neos che ha intenzione di rivelarci poco a poco alcuni elementi del suo romanzo la cui uscita è prevista nel mese di novembre.  Ogni settimana pubblicheremo ciò che appare sul profilo di facebook di Donatella, e, un passo dopo l’altro raccoglieremo i tasselli che fanno da struttura alla vicenda che si sviluppa tra le pagine del suo libro.

Nicoletta

Ciao a tutti, mi presento: nuova autrice Neos. Da questa settimana si va alla scoperta del mio primo libro… Primo indizio: la protagonista: Chiara, di 13 anni.

Immagine tratta dal sito http://www.photaki.com

Presentazioni d’autunno

Mercoledì 13 ottobre, ore 18.00 presso la Galleria delle Donne, via Fabro, 5 – Torino, presentazione del libro “Di donne e di gatti” di Gemma Rota Surra.
A seguire, aperitivo (€ 5,00).

 

 

 

—-

Mercoledì 13 ottobre, alle 15,30, in occasione della manifestazione nazionale OTTOBRE, PIOVONO LIBRI…, A TORINO SI LEGGE IN TRAM E IN BIBLIOTECA,
presentazione di “Fra marsine e merletti” di Vittorio G. Cardinali. Una insolita presentazione sul tram storico, partenza da via Bertola, 10, percorso per le vie del centro, ritorno dopo un’ora circa.

 

 

—–

Venerdì 15 ottobre, ore 18.00 presso il Centro di studi e ricerche Mario Pannunzio, Via Maria Vittoria 35h, Torino, presentazione de “I quattro massoni di Chieri” di Amedeo Pettenati.

LUNA NUOVA – 5 ottobre 2010 – “L’ospedale Collegno” vince il concorso letterario

COLLEGNO – “Ma Collegno non è solo un manicomio?”. La curiosa domanda è alla base de “L’ospedale Collegno”, il divertente racconto di Mario Gramaglia vincitore del concorso letterario “ScriviCollegno”, indetto dall’amministrazione per celebrare i 30 anni di “Collegno Città”. La scorsa settimana, nella sala lettura della biblioteca civica, è stato presentato l’omonimo volume edito dalla rivolese Neos Edizioni. L’antologia raccoglie i dieci migliori racconti pervenuti al concorso, dieci brevi narrazioni sul tema “raccontare Collegno attraverso luoghi, storie, emozioni e ricordi” selezionati da una giuria composta dalla “grande lettrice” Anna Iachi (più di 200 libri divorati in un anno), dalla presidente della Neos Silvia Ramasso, dalla scrittrice Teodora Trevisan e dalla coordinatrice della biblioteca Noemi Turolla. Dietro Gramaglia, Marco Gariglio con “Scheletri alle porte” e “La città immaginaria” di Alessandro Gotti. A seguire, Riccardo Torchio, Bruno Salis, Chiara Bertora, Silvia Rosina, Tommaso De Martino, Valeria Amerano e Ivana Scarzella. E, in conclusione, un contributo dell’assessore alla qualità della vita di Collegno Paolo Macagno. Insomma: un libro che, con le sue storie emozionanti, a volte nostalgiche a volte ironiche, racconta la storia di Collegno, mischiando grandi avvenimenti a piccole vicende quotidiane, fantasia e memoria, riflessioni e speranze. Un’esperienza positiva che ha dato i suoi frutti. Ha già preso il via, infatti, il concorso “ScriviCollegno 2011”. Tema: la poesia civile. Ispirata cioè ad argomenti che non riguardano il singolo, ma l’intera comunità, tra celebrazioni, denunce e riflessioni tu temi collettivi. Il bando è disponibile sul sito del Comune: http://www.comune.collegno.to.it

Le presentazioni continuano!

Giovedì 30 settembre, alle 21.00, presso il CLUB ALPINO ITALIANO – Sezione di VENARIA REALE – Via Aldo Picco, 24 – serata con Maurizio Chiereghin, autore di “Aquile e gipeti delle mie valli” e le meravigliose immagini di una passione.
Fra le righe di questo libro si leggono ore e ore passate ad osservare, spesso senza vedere altro che rocce, alberi, torrenti, prati. Poi, in un momento, tutto accade e noi siamo lì, testimoni di un evento raro ma antico e sempre uguale, ripetuto infinite volte nella storia naturale di questi due uccelli, ma raro per noi perché lontano dall’esperienza di tutti i giorni, e proprio per questo così affascinante.
———————

Venerdì 1 ottobre, alle ore 18.00 presso la libreria Coop – Piazza Castello, 113 – Torino
“Scrivere che passione, pubblicare che fatica, vendere che impresa!” – La grande passione per la narrativa si scontra con le difficoltà pratiche del mondo editoriale. Ma, per fortuna o meno, c’è chi non demorde. All’incontro-chiacchierata, condotto dal giornalista Cristiano Tassinari, partecipano alcuni autori torinesi tra cui Roberto Meistro, autore di “Confiteor” e Rossana Repetto, autrice di “Anime fuse”.

————————–

Venerdì 1 ottobre, alle 18, presso il Circolo dei Lettori – Sala Verde in via Bogino, 9 (To)
Presentazione di “Fra marsine e merletti” a cura di Vittorio G. Cardinali
Cosa avvenne realmente tra il 20 e il 21 luglio 1858 nella cittadina termale francese di Plombières? Il conte di Cavour vi incontrò segretamente l’imperatore Napoleone III per gettare la basi dell’alleanza tra la Francia e il Regno di Sardegna in vista della guerra contro l’Austria.

———-

Sabato 2 ottobre, alle 11, presso lo studio medico della dott.ssa Luisa Gabetti in corso Maroncelli 4/bis (To)
Presentazione di “Piume d’angelo” di Roberto Bruciapaglia
Un giovane giornalista conosce un anziano professore che sembra appartenere a un’epoca lontana. Il loro rapporto d’amicizia riesce ad evocare un’incredibile storia d’amore.

———–

Lunedì 4 ottobre, alle ore 15.30, in occasione della manifestazione nazionale OTTOBRE, PIOVONO LIBRI, A TORINO SI LEGGE IN TRAM E IN BIBLIOTECA, presentazione del libro “Fra le chiese di Torino – Quattro itinerari nella città della Sindone” di Miranda Fontana. Una insolita presentazione sul tram storico, partenza da via Bertola, 10, percorso per le vie del centro, ritorno dopo un’ora circa.

————

Mercoledì 13 ottobre, alle 15,30, in occasione della manifestazione nazionale OTTOBRE, PIOVONO LIBRI, A TORINO SI LEGGE IN TRAM E IN BIBLIOTECA,
presentazione di “Fra marsine e merletti” di Vittorio G. Cardinali. Una insolita presentazione sul tram storico, partenza da via Bertola, 10, percorso per le vie del centro, ritorno dopo un’ora circa.


FACEBOOK – AMICI DI NEOS

Wikio - Top dei blog - Letteratura
Aggregatore rss
Blogstreet, dove il blog è di casa
pubbli_volario Illustrazione di Valeria Tomasi
ottobre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
Creative Commons License
Tutti i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported.

amicidineos@gmail.com

Questo è l'indirizzo e-mail a cui inviare brani, racconti, poesie, tutto ciò che volete appaia sul blog.

http://www.neosedizioni.it

Il sito della casa editrice. La NEOS EDIZIONI si occupa dal 1996 di autori e tematiche del territorio. Le sue tredici collane spaziano dalla narrativa e memorie femminili alle autobiografie, alle raccolte di poesie e al giallo. Una particolare attenzione è data ai libri illustrati per l'infanzia, alla storia, cultura e tradizioni del Piemonte, alle ricerche storiche, ai cataloghi d'arte e agli scatti di viaggio.