Posts Tagged 'donne'

21 ottobre, Torino: tre autrici e tre gialli in libreria

Giovedì 21 ottobre, alle 18.00, presso la Libreria degli Editori in via San Tommaso, 18 angolo via Bertola – Torino

Presentazione di “Delitti e provette” di Gianfranca Fra, “Quattro passi con la morte” di Alessandra Magnapane e “Anime fuse” di Rossana Repetto

Tre donne, tre modi diversi di raccontare il giallo tra brividi, colpi di scena e ironia

“Delitti e provette”: sotto il bianco sterile dei camici di un laboratorio di analisi appaiono tinte forti: quelle dei sentimenti che muovono il microcosmo di ogni piccola o grande comunità lavorativa. Tra corridoi e uffici, spogliatoi e macchinette del caffè, la morte fa il suo ingresso quale invitato a sorpresa.

“Quattro passi con la morte”: in una Torino fredda, piovosa e malinconica quattro donne vengono uccise seguendo un rituale di cupa violenza. Niente sembra collegare i delitti, ma sarà l’ostinazione del commissario Ragusa ad intuire il delirante disegno che guida la mano dell’assassino.

“Anime fuse”: se si può essere abbastanza temerarie da aprire un’agenzia matrimoniale, lo si può essere ugualmente da lanciarsi in una spericolata attività investigativa? Sembra proprio di sì, almeno a giudicare dalle imprese delle dinamiche titolari nella neonata agenzia per cuori solitari Anime Fuse.

www.neosedizioni.it

15 ottobre 2010, Avigliana – Donne, poesia… e non solo!

M.O.V. (Moderne officine Valsusa) e Fabula Rasa, il 15 ottobre  alle  ore 21.00, in Via  Garibaldi 24, Avigliana, vi invitano a:

DONNE, POESIA… E NON SOLO!
Quattro poete presentano  le  raccolte  di liriche pubblicate dalla Neos Edizioni, mettendo in gioco ognuna anche  un altro talento, in  un serata in cui il linguaggio poetico  si integra con quello  dei  racconti  brevi, con  la prosa del romanzo, il linguaggio teatrale e quello della scultura  floreale.

Saranno presenti:
Elena  Gastaldi, poeta, autrice di racconti brevi, con la raccolta “Il respiro ti dirà il nome”
Patrizia Nicola, poeta, drammaturga, con la raccolta “In silenzio”
Marisa Porello, poeta, romanziera, con  la raccolta “La casa  della poeta”
Maria Cecilia Serafino, poeta  e scultrice  floreale, con la raccolta “Sei  petali di ali”.

Interverrà l’editore Silvia Ramasso.

Nello spazio  M.O.V. saranno esposte  sculture  floreali di M.C. Serafino, che  realizzerà una creazione anche durante la serata.

Letture  a cura  di Francesca Carnevali, attrice di Fabula Rasa  e MOV e  performance di Veronique Esteve, attrice di Messinscena, collaboratrice di Fabula Rasa.

Intervista a Silvia Maria Ramasso

Dal sito www.reteculturalevirginia.net, il portale italiano delle donne artiste.

Silvia Maria Ramasso è editore; persona concreta a determinata, disdegna i personalismi, infatti non la si rintraccia facilmente nel sito della sua casa editrice Neos Edizioni: alla voce “chi siamo” risponde uno testo al plurale, che disegna un interessante progetto editoriale varato nel 1996. presentata da questa introduzione: editore; persona concreta a determinata, disdegna i personalismi, infatti non la si rintraccia facilmente nel sito della sua casa editrice Neos Edizioni: alla voce “chi siamo” risponde un testo al plurale, che disegna un interessante progetto editoriale varato nel 1996.


Il suo rapporto tra la femminilità ed il potere. Quali elementi differenziano la dirigenza di una donna da quella di un uomo?
Non si può parlare di potere in un’azienda ben gestita, ma di leadership, di qualcuno che si prende la responsabilità degli altri; la parola potere è fuori luogo, soprattutto nelle aziende dirette da donne, che riescono meglio ad esprimere appunto la leadership.

Racconti, se si è verificato, un episodio determinante per la sua scelta professionale.
Studiavo scienze naturali per lavorare nei parchi nazionali, ma la strada si presentava tortuosa e mio padre mi propose di entrare nell’impresa di famiglia; colsi quell’occasione, trasformando la tipografia, nata nel 1953, in casa editrice; il processo è durato parecchi anni, nell’arco dei quali ho approfondito le politiche imprenditoriali scegliendo poi di sterzare verso un settore che mi interessava di più e che, a fronte di dati e riflessioni, ritenevo commercialmente più vivo.

L’essere donna è stato un vantaggio, un ostacolo o un aspetto ininfluente?
Ininfluente, con minimi vantaggi o svantaggi; sono stata per quindici anni il primo presidente di categoria, dell’Unigec Confapi (Unione Nazionale della Piccola e Media Industria Grafica Editoriale Cartotecnica ed Affine), ho trattato e concluso con i sindacati dodici contratti collettivi di lavoro; ho rinunciato alla carica quando ho ritenuto terminato il mio apporto. Nessuno nel frattempo si era preoccupato che io fossi donna o uomo.

In ambito artistico, lei crede sussistano ancora discriminazioni?
Non credo ci siano discriminazioni nell’arte, penso che la cultura si stia via via femminilizzando, a volte anche pericolosamente; scorrendo i titoli in una libreria ci si accorge che la maggioranza è stata scritta per donne, d’accordo, leggono più degli uomini, ma se nei secoli passati mancava una voce adesso rischia di spegnersi l’altra.

Finanziamenti pubblici: cosa pensa della relazione tra denaro e cultura?
Per la cultura il denaro serve ma si può fare anche senza; ritengo accettabile entro certi limiti il finanziamento pubblico, lo Stato dovrebbe investire fortemente su tutto il comparto dell’istruzione, è a scuola che deve radicarsi la cultura.

Quali progetti la impegnano attualmente?
Noi pubblichiamo una quarantina di libri all’anno e, a suo modo, ogni libro è un progetto, ma ci sono due attività trasversali che mi stanno occupando e che mi premono particolarmente; mi piace, sostenendo il settore della casa editrice che tratta di tematiche femminili, scavare in contesti femminei oscuri, misconosciuti o trascurati dai media, come le donne d’impresa o quelle anziane: per questo abbiamo ideato un bando di concorso annuale per il premio letterario “Scrivere Donna”, che si materializza in una pubblicazione dei racconti selezionati, presentata ogni anno al Salone del Libro. Una seconda iniziativa che mi coinvolge e in cui credo parecchio è una collana di itinerari dedicati al territorio piemontese, molto divulgativi ma piacevoli alla lettura, che permettano a chiunque di conoscere la nostra terra con suggerimenti di tipo ecologico ed ambientale; la prima è stata una guida delle 29 chiese del centro di Torino, tutte aperte, da visitare passeggiando. La missione aziendale della Neos Edizioni è sostenere, tramite narrativa e saggistica, il desiderio di crescita culturale civile e personale attraverso la leggerezza e la positività, ad esempio stampiamo gialli, ma non violenti e contestualizzati.

Lei per professione legge moltissimo. Riesce ancora a vivere la letteratura come intrattenimento?
La domenica e in vacanza leggo solo per piacere; è ovvio che sia una professione affascinante ma logorante, ci arrivano tra i 200 e i 300 manoscritti all’anno, lavoriamo molto con gli scrittori esordienti che richiedono particolare dedizione.

Ha qualche consiglio da dare ad artiste emergenti o giovani imprenditrici?
Primo, non essere presuntuosi, è fondamentale per gli artisti come per gli imprenditori, secondo, avere il senso della realtà, il riconoscimento lo si ottiene da una parte facendo bene il proprio mestiere dall’altra comunicandolo con pazienza, terzo, non tralasciare la parte economica, non è vile, nel percorso umano il valore di quello che facciamo è quantificabile anche in denaro.

Un “caldo” invito alla scrittura: PROVA BIKINI

Con qualche giorno di ritardo, ecco pubblicati sul blog dei lettori e degli autori Neos https://felicidileggere.wordpress.com i primi contributi delle amiche (e amici) di facebook che hanno partecipato al nostro invito alla scrittura.

Se state preparando la borsa da spiaggia, se tornerete domani un po’ arrossate e affannate dal primo week end al mare, se siete rimaste in casa abbracciate al ventilatore e vi sorgesse un improvviso desiderio di raccontarci la vostra prova bikini, quella che fate ogni anno, quella che non fate mai, quella che… io solo e rigorosamente intero, quella che… meno male che entro nel costume dell’anno scorso, siete ancora in tempo per inviarci le vostre (al massimo) 30 righe di word all’indirizzo e mail amicidineos@gmail.com

Grazie a coloro che hanno scritto e che scriveranno. Buona lettura e buona estate!

Nicoletta

PROVA BIKINI di Lucrezia Perrini

Quale donna non ha avuto nella sua vita il desiderio e il timore, al tempo stesso, del ritorno dell’estate, della angosciante prova costume… io no, praticamente mai! Perchè dico così per presunzione, per vanità… no, per certezza. La certezza che ogni anno, al ritorno dell’estate, praticamente nulla era cambiato rispetto alla precedente… sempre le stesse ossa di fuori da esibire! Ogni anno il mio desiderio di riempirmi, di armonizzarmi, di femminilizzarmi, nel senso più intrigantemente maschile del termine, rimaneva vano. Ogni anno c’era sempre lo stesso costume ad attendermi, tanto uno nuovo chi se ne sarebbe accorto. Non posso dire che sia stata una vera sofferenza perchè ero troppo tosta per lasciarmi coinvolgere o magari travolgere però ero molto dispiaciuta, questo sì. Come una ragazzina di oggi che voglia a tutti i costi le scarpe alla moda, quelle firmate che hanno tutte… anch’io volevo quelle rotondità che avevano le mie coetanee, per poterle esibire e soddisfare tutta la mia civetteria, perchè io no!?! Mah! al diavolo quelli che non mi vedevano… anche senza sex appeal, mi cercavano lo stesso perchè ero simpatica. Sono passati gli anni ed io mi sono riempita… di dentro e questo, sì, mi ha dato molta gioia… ah!, ma anche altrove, là dove volevo io, là dove ci tenevo tanto! Tutta la mia civetteria, la mia femminilità, sono state finalmente appagate… Beh, che dire, dopo tanti anni, quest’estate anch’io, ho il problema della prova costume!!! Tre, quattro chili in più e mi sento in sintonia col genere femminile, finalmente anch’io parlo di diete, di ginnastica… faccio la corsetta!!! Adesso ho proprio tutto quello che mi serve… sorridete? Anch’io… però sono tanto tanto felice ! E’ bello essere donna!
Lucrezia… forse con un altro nome sarei stata differente!?!

Lucrezia Perrini

PROVA COSTUME di Daniela Meinardi

Prova costume: facile a dirsi, ma con 55 anni alle spalle, e sulle spalle,  si trovano problemi già solo a scoprire le braccia;  i muscoli se ne stanno andando, la pelle fa delle strane righine negli angoli, e segue la forza di gravità, hai un bel metterti creme e olii, forse con un po’ di abbronzatura!
Daniela se ne stava davanti allo specchio: quello lungo, con i costumi dell’anno prima sul letto, la sua linea: da vestita, non era poi malvagia, sempre in giro in bicicletta, lavoro che richiedeva un certo sforzo fisico, e alimentazione sana le permettevano di avere più o meno lo stesso peso, e la stessa taglia, ma sotto i vestiti: sotto i vestiti era un’altra cosa, si vedeva un sacco di difetti: pelle smorta e cadente, piccoli nei e macchioline nuove di zecca, la cellulite, le vene varicose!
Basta!!! Quest’anno solo montagna! belle camminate, nel verde, ruscelli, cime innevate, il cane che ti accompagna, lo zaino con un buon libro, già ma un buon libro è bello leggerlo anche sulla spiaggia, dopo aver fatto una bella nuotata ristoratrice, e al mare ci sono le serate a passeggio con quei bei vestitini leggeri e setosi, e poi c’è il mare: una sensazione unica di vita e di movimento; qualcosa che non si può domare, ma solo farsi portare, sai cosa ti dico: mi metto il costume, e se non ti piace puoi pure guardare altrove, io per me spero di poter indossare il costume anche a 100 anni!

Daniela Meinardi

“PROVA BIKINI” – INVITO ALLA SCRITTURA

Alle amiche che amano scrivere, ecco un invito su un tema estivo. Un tema leggero, frivolo se vogliamo, ma sul quale, sicuramente, ognuna di noi ha qualcosa da dire.
Con i pensieri, i discorsi tra sé e sé, i dubbi e le considerazioni che si fanno davanti allo specchio, si potrebbero riempire pagine e pagine. Noi vi chiediamo solamente un massimo di 30 righe di word.

Inviate il vostro brano all’indirizzo e-mail amicidineos@gmail.com entro il 21 giugno (non dimenticate di indicare il vostro nome!).

Tutti i brani verranno pubblicati sul blog https://felicidileggere.wordpress.com

Buona scrittura!

Nicoletta

immagine tratta dal sito
www.ciemmerre.com/…/page/2/

FACEBOOK – AMICI DI NEOS

Wikio - Top dei blog - Letteratura
Aggregatore rss
Blogstreet, dove il blog è di casa
pubbli_volario Illustrazione di Valeria Tomasi
agosto: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Creative Commons License
Tutti i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported.

amicidineos@gmail.com

Questo è l'indirizzo e-mail a cui inviare brani, racconti, poesie, tutto ciò che volete appaia sul blog.

http://www.neosedizioni.it

Il sito della casa editrice. La NEOS EDIZIONI si occupa dal 1996 di autori e tematiche del territorio. Le sue tredici collane spaziano dalla narrativa e memorie femminili alle autobiografie, alle raccolte di poesie e al giallo. Una particolare attenzione è data ai libri illustrati per l'infanzia, alla storia, cultura e tradizioni del Piemonte, alle ricerche storiche, ai cataloghi d'arte e agli scatti di viaggio.