Uccidili tutti! di Clementi

Chi è Seraga, l’autore fantasma che con i suoi romanzi ultraviolenti è diventato in brevissimo tempo un cult tra i giovanissimi? Cosa si prefigge in realtà? E può la semplice lettura di un libro scatenare la pazzia? Sono gli interrogativi che qualcuno comincia a porsi quando, dopo la pubblicazione di “Uccidili tutti!”, l’ultimo sanguinosissimo romanzo di Seraga, iniziano a verificarsi allucinanti episodi di follia omicida. Uno scrittore, inizialmente incaricato della sceneggiatura del primo romanzo della serie, coinvolto a livello personale nella vicenda inizia a indagare. Mentre la figura del misterioso autore assume connotazioni sempre più inquietanti e i frammenti di informazioni in suo possesso si compongono a poco a poco in un mosaico dell’orrore, il protagonista si inoltra sempre più pericolosamente in una dimensione da incubo in cui i normali parametri di logica e razionalità sembrano non avere più alcun valore. Ambientato in una Torino gelida e inquietante, “Uccidili tutti!” è un thriller-horror che gioca sul confine sottile tra follia e non follia, nonché un’attenta analisi sul potere della scrittura e le sue incontrollabili conseguenze sulle menti dei lettori.

Annunci

1 Response to “Uccidili tutti! di Clementi”


  1. 1 Gemma Rota Surra 29 novembre 2009 alle 15:40

    A proposito di “Uccidili tutti” di Clementi
    Mi sono incontrata con un genere letterario thriller-horror, che, davvero, non è mai stato tra i miei ‘cult’. Pur confermando, dopo la lettura di questo libro, le mie precedenti scelte di lettura, riconosco che l’attrazione per il testo di Clementi “Uccidili tutti” è stata singolare e fortissima.
    La straordinaria capacità di scrittura dell’autore, l’acutezza delle osservazioni sulla varia umanità che attraversa il libro, la complessità della trama, e quindi “il capriccio dell’invenzione”, mi hanno affascinata, ma anche “bouleversée” durante la lettura: apprezzando io, ripeto, la qualità e la fluidità espressiva,ero turbata dall’efferatezza di molte situazioni e dall’impotenza del narrante e del narratore ad impedire che i peggiori accadimenti concretizzassero gli incubi di un mondo fittizio, eppur presente come “ombra” o lato oscuro dell’uomo.
    Inquietata, anche del tutto curiosamente, nella sua seconda parte, non leggevo più questo libro prima di addormentarmi per la singolare fantasia che gli incubi notturni dell’io narrante diventassero i miei, come gli accadimenti del libro di cui si scrive nel testo di Clementi erano diventati incubi per l’io narrante.
    Il pensiero inafferrabile che il contagio del libro, dopo aver contagiato tutti i protagonisti, contagiasse – nel sonno che allenta le difese razionali – anche me, di solido equilibrio psicoemotivo, naturalmente lo inscrivo a merito dell’autore; ma, oltre a pensare il testo come valido soggetto cinematografico, non posso trascurare di pensare quanta sofferenza abbia provato l’autore nel descrivere l’incontro con questo lato oscuro, e il senso di angoscia scaturita dalla percezione dell’essere in trappola di un mondo interiore perturbante.
    Gemma Rota Surra


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




FACEBOOK – AMICI DI NEOS

Wikio - Top dei blog - Letteratura
Aggregatore rss
Blogstreet, dove il blog è di casa
pubbli_volario Illustrazione di Valeria Tomasi
novembre: 2009
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Creative Commons License
Tutti i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported.

amicidineos@gmail.com

Questo è l'indirizzo e-mail a cui inviare brani, racconti, poesie, tutto ciò che volete appaia sul blog.

http://www.neosedizioni.it

Il sito della casa editrice. La NEOS EDIZIONI si occupa dal 1996 di autori e tematiche del territorio. Le sue tredici collane spaziano dalla narrativa e memorie femminili alle autobiografie, alle raccolte di poesie e al giallo. Una particolare attenzione è data ai libri illustrati per l'infanzia, alla storia, cultura e tradizioni del Piemonte, alle ricerche storiche, ai cataloghi d'arte e agli scatti di viaggio.
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: