Da una “infiltrata” molto speciale

Riportiamo, per dovere di cronaca, la seguente comunicazione pervenutaci in modo piuttosto misterioso. Era contenuta in una busta sigillata, inserita tra pagine di una copia dall’aria “vissuta” del libro di Rossana Repetto, “Anime fuse”, di recente pubblicazione.

Lunedì 12 ottobre
Caro Diario,
è il colmo! Che cos’è successo, mi chiedi? Tu ti ricordi la storia del delitto Lo Priore, le indagini che abbiamo fatto io e Amelia… Beh, sarebbe meglio dire che ho fatto io, cercando di trascinarmi dietro Amelia che faceva ostruzionismo, come sempre. Bene. Ti ho raccontato del ritrovamento del cadavere, delle investigazioni, dei tipi balordi che abbiamo incrociato, delle nostre perlustrazioni nei bassifondi, dei guai che abbiamo passato con l’inseguimento e tutto il resto.
Beh, a me tutto questo mi sembra una cosa abbastanza seria no? Ecco, invece ci hanno scritto su una cosa da ridere. Una tal Rossana Repetto si è messa lì e ha raccontato tutti i fatti nostri, ma a modo suo, s’intende. Come abbia fatto a sapere la storia non lo so: ho idea che gliel’abbia raccontata Giada. Sì, che la conosci, è la sciampista appassionata di delitti, quella che li segue tutti in tv e non se n’è perso uno. Sospetto di quella lì, perché in quel romanzino da quattro soldi ci si è fatta mettere pure lei che non c’entra niente.
Comunque sappi che in quel libro io e Amelia ci facciamo la figura delle sceme. Amelia… Va be’, ma ci ho fatto una figuraccia pure io!
Ah, lo sapevi? Ma forse non sai che giovedì 8 ottobre hanno fatto una presentazione ufficiale alla sede della banca Mediolanum: un posto niente male, te lo dico io. E c’era pure un sacco di gente. Come faccio a saperlo? Beh, un’amica me lo aveva detto ed io mi ci sono intrufolata… Non ero invitata? E allora? Non era mica un incontro riservato. E poi riguardava anche me, se non ti dispiace! Amelia non è voluta venire. Sai com’è fatta, no? E poi se ci scoprono… se capiscono che siamo noi…? Se fosse venuta avremmo potuto dire la nostra, far vedere che cosa siamo per davvero. Potevo farlo io da sola, dici? Oh, ma insomma, Diario, da che parte stai?
Comunque, mentre quella tal cosiddetta autrice si pavoneggiava come una gallina davanti ai suoi amici, una bionda un po’ riccia che sembrava in combutta si mette a leggere qualche passo del libro. Ho chiesto alla mia vicina chi era la tizia: Silvia Ramasso, l’editrice, mi ha detto. Capisci perché era in combutta? Io, con il mio fiuto da investigatrice, l’ ho capito subito. Quello che mi ha fatto più rabbia è che ha letto in maniera che noi sembravamo ancora più sceme, e il pubblico sghignazzava divertito. Che figura, caro Diario. Avrei voluto sprofondare. Meno male che ero lì in incognito!
Poi, finita quella manfrina, si sono buttati tutti sul rinfresco a ingozzarsi come pitoni, Sì, ho assaggiato qualche cosa anch’io, sai com’è, quando sei arrabbiata ti viene la fame nervosa.
La linea? Caro Diario, finiscila con ‘sta storia della linea! Non sono mica grassa. Appena un po’ rotondetta. Alla linea ci penserò domani.
Anzi, guarda, mi hai fatto arrabbiare: dovrò andare a vedere in frigo se c’è rimasto ancora qualcosa dei salatini che mi sono portata a casa giovedì. Sai, era avanzata tanta roba, che era un peccato sprecarla…
Buona notte, caro Diario, e impara a farti un po’ i fatti tuoi e finiscila di ficcare il naso nei miei.
La tua, nonostante tutto, affezionatissima
Giovanna

present_Anime_fuse

Annunci

1 Response to “Da una “infiltrata” molto speciale”


  1. 1 Amelia 23 ottobre 2009 alle 16:56

    Possibile che Giovanna debba sempre farsi conoscere? Vorrei che fosse chiaro che io mi dissocio sempre, totalmente, da tutto quello che fa e dice Giovanna. Per carità, il delitto c’è stato e così tutto il resto, ma se ci siamo trovate in un mare di grane è stato sempre e solo per colpa di Giovanna. Chi è che a tutti i costi ha voluto ficcare il naso nell’indagine e sostituirsi alla polizia? Non certo io. Dunque, ben venga il libro e la sua (anzi, purtroppo, la nostra)figuraccia: la prossima volta ci penserà bene prima di cacciarsi nei guai.
    A proposito, se vogliamo dirla tutta, non è solo “rotondetta”, perché comunque è anche golosa e ingorda.
    Amelia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




FACEBOOK – AMICI DI NEOS

Wikio - Top dei blog - Letteratura
Aggregatore rss
Blogstreet, dove il blog è di casa
pubbli_volario Illustrazione di Valeria Tomasi
ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Creative Commons License
Tutti i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported.

amicidineos@gmail.com

Questo è l'indirizzo e-mail a cui inviare brani, racconti, poesie, tutto ciò che volete appaia sul blog.

http://www.neosedizioni.it

Il sito della casa editrice. La NEOS EDIZIONI si occupa dal 1996 di autori e tematiche del territorio. Le sue tredici collane spaziano dalla narrativa e memorie femminili alle autobiografie, alle raccolte di poesie e al giallo. Una particolare attenzione è data ai libri illustrati per l'infanzia, alla storia, cultura e tradizioni del Piemonte, alle ricerche storiche, ai cataloghi d'arte e agli scatti di viaggio.
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: