Archivio per 25 giugno 2009

Binari e scarponi, di Roberto Bergamino

bergaminoI sentieri delle Valli di Lanzo, raggiungibili in treno e di facile percorrenza.  Questa preziosa guida propone agli appassionati di montagna di affrancarsi qualche volta dalla necessità dell’auto e di raggiungere in treno il punto di partenza per piacevoli escursioni. Ecco allora venti itinerari che hanno come punto di partenza una delle stazioni della linea Torino-Ceres, che percorre le Valli di Lanzo, incastonate come gioielli nelle Alpi piemontesi e che è stata ripristinata da alcuni mesi, dopo una lunga attesa. Tutti i percorsi, descritti “passo per passo” con dettagliati punti di riferimento e corredati da numerose fotografie sono un ottimo suggerimento per coloro che desiderano trasformare anche il viaggio di avvicinamento al luogo dell’escursione in un momento interessante, da vivere pienamente anche insieme ai bambini e alla famiglia. Non mancano infine indicazioni tecniche, storiche, paesaggistiche, cenni sulle tradizioni locali, consigli per chi si avvicina all’escursionismo per la prima volta. Roberto Bergamino, nato e cresciuto in queste valli che tuttora sono la sua “casa” e che sono il tema principale di molte altre sue pubblicazioni, sa che non c’è bisogno andare dall’altra parte del mondo per trovare panorami mozzafiato. È già pronto, si mette alla testa del gruppo, il suo passo costante segna il ritmo di marcia; non dobbiamo fare altro che seguirlo.DSCN5620
———————————-
Il Ponte di Vana 20.2Stazione di Ceres
Itinerario 20. Il Ponte di Vana (650 m)
Tempo complessivo: poco meno di trenta minuti.
Segnavia: cartelli segnavia metallici.
Difficoltà: T.
Brevissima e facile passeggiata, l’ideale per una gita pomeridiana. Si raggiunge un caratteristico ponte risalente al 1740, posto sulla Stura, dove il corso d’acqua compie una curva. Vista la facilità e la brevità del percorso, la gita può anche essere unita alla salita a S. Cristina; in questo modo si ha una visione più completa dei dintorni di Ceres.
Salita: dalla stazione si esce sulla provinciale e si va a destra. Si passa davanti a un benzinaio e poi si piega a sinistra per passare su un ponte. Pochi metri dopo il ponte (volgendo lo sguardo a destra, se gli alberi sono senza foglie, si intravede già il Ponte di Vana), un cartello metallico manda a destra. Una stradina sterrata attraversa i prati e scende brevemente. Superato un pilone votivo, si entra in vista del Ponte di Vana (dieci minuti dalla stazione). Attraversato il ponte, una mulattiera sale a sinistra e, dopo un tornante, si cambia senso di marcia e si torna a monte del ponte. Si piega poi a sinistra e si passa tra due case per sbucare rapidamente su una strada asfaltata (via Matteotti) che va seguita verso destra, in discesa. Dopo alcune decine di metri, superata una villetta, andare a destra imboccando un viottolo in ripida discesa (via Verdi). In breve si torna in vista del benzinaio e della stazione ferroviaria. Occorrono poco meno di trenta minuti per il giro completo.

FACEBOOK – AMICI DI NEOS

Wikio - Top dei blog - Letteratura
Aggregatore rss
Blogstreet, dove il blog è di casa
pubbli_volario Illustrazione di Valeria Tomasi
giugno: 2009
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
Creative Commons License
Tutti i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported.

amicidineos@gmail.com

Questo è l'indirizzo e-mail a cui inviare brani, racconti, poesie, tutto ciò che volete appaia sul blog.

http://www.neosedizioni.it

Il sito della casa editrice. La NEOS EDIZIONI si occupa dal 1996 di autori e tematiche del territorio. Le sue tredici collane spaziano dalla narrativa e memorie femminili alle autobiografie, alle raccolte di poesie e al giallo. Una particolare attenzione è data ai libri illustrati per l'infanzia, alla storia, cultura e tradizioni del Piemonte, alle ricerche storiche, ai cataloghi d'arte e agli scatti di viaggio.