Archivio per 24 giugno 2009

The day after

Gli scrittori scrivono e scrivono e poi, ancora, scrivono. Trattasi di persone di cuore allora?
È presumibile ma non assodato.
Ieri sera avrei voluto rivedere molti autori della Neos, ieri sera c’è stata la prima (dopo quella in Fiera del Libro) presentazione del mio libro a Venaria Reale; ho la “fortuna” di lavorare presso la Reggia per cui, su indicazioni di Silvia Ramasso, letteralmente incantata dalla bellezza del luogo, ho organizzato la serata per unire colleghi, amici ed autori della Neos. Ai famigliari, per l’occasione, è stata concessa una serata di sciopero; non so se agli altri autori capita di constatare che a volte (solo a volte) noi scrittori diventiamo un po’ stretti a chi ci sta vicino ed allora, ogni tanto, dobbiamo concedere un po’ di break, rispetto alla gioia orgogliosa dei nostri scritti.
Oltre a Silvia, a Nicoletta (super editor, come la chiamo io) ed alla sottoscritta, erano presenti tanti colleghi, i soliti buoni amici e solo un’autrice della Neos accompagnata dal marito, Giovanna Borzone, simpatica signora da me conosciuta anni fa (e ritrovata piacevolmente fra gli autori di Neos, durante la cena dello scorso dicembre) presso un circolo di tennis piemontese, sul cui ricordo partono immediatamente i brividi e chi ha letto il mio libro ben sa perché…
Non voglio cominciare questo reportage of the day after con una nota polemica; forse è proprio vero che nella vita non ci si deve aspettare molto, sarà per un’altra volta, rivedrò gli autori alle presentazioni a Torino. Sono fatta così, mi affeziono alle persone che incontro e che hanno interessi comuni ai miei, sopportatemi!
La serata dunque. È andata benissimo, ieri sera Venaria aveva un fascino particolare, le persone, le luci, la via centrale che per un attimo mi ha ricordato il viale di Noto… tanta emozione e la consapevolezza di aver scritto un bel libro. Me lo dico da sola, so che funziona, e lo stanno ribadendo le persone che lo hanno già letto e che lo stanno consigliando ad altri.
Silvia ha magistralmente gestito la regia della serata, come fa sempre e probabilmente anche lei si aspettava la presenza di qualche autore in più, non so, ieri sera non abbiamo parlato di questo.
Nemmeno con Nicoletta ho affrontato l’argomento, è uno stato d’animo che sento di condividere su queste pagine del Blog, alle quali non sempre seguono i post di commento, è una sensazione che sento il bisogno di liberare per ricordare a tutti, in primis a me, che gli scrittori scrivono e scrivono e poi, ancora scrivono, perché amano le parole, le loro parole e quelle che colorano la vita degli altri scrittori, dei lettori, di tutte le persone  che amano i Libri. Giuro, non sono una persona polemica, ma quando si tratta di libri divento una leonessa e parto in difesa; certo che gli scrittori sono proprio una razza strana!

Nel caso in cui qualcuno si domandasse il perché, in incipit, ho virgolettato la parola fortuna, consiglio vivamente di andare a scoprirne la motivazione profonda fra le pagine del mio libro che si intitola “Il circolo degli dei” e del quale vado orgogliosamente fiera.

Daniela Lovera


FACEBOOK – AMICI DI NEOS

Wikio - Top dei blog - Letteratura
Aggregatore rss
Blogstreet, dove il blog è di casa
pubbli_volario Illustrazione di Valeria Tomasi
giugno: 2009
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
Creative Commons License
Tutti i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported.

amicidineos@gmail.com

Questo è l'indirizzo e-mail a cui inviare brani, racconti, poesie, tutto ciò che volete appaia sul blog.

http://www.neosedizioni.it

Il sito della casa editrice. La NEOS EDIZIONI si occupa dal 1996 di autori e tematiche del territorio. Le sue tredici collane spaziano dalla narrativa e memorie femminili alle autobiografie, alle raccolte di poesie e al giallo. Una particolare attenzione è data ai libri illustrati per l'infanzia, alla storia, cultura e tradizioni del Piemonte, alle ricerche storiche, ai cataloghi d'arte e agli scatti di viaggio.